venerdì 19 agosto 2016


Ieri pomeriggio la signora Corinne mi ha chiesto se potevo ascoltarla.Con tanta umiltá ha condiviso con me una sofferenza che vive in casa. Alcuni anni fa lo sposo ha subito un incidente, per un anno é rimasto in ospedale dopo essere stato operato ripetute volte alla gamba. Era un poliziotto, perse il lavoro. “Da quel momento non l’ho riconosco piú. É scorbutico, risponde male, si isola, vuole separarsi...peró io lo amo”.Immediatamente mi viene da proporre per lui un ritiro spirituale o uno psicologo per i traumi dell’incidente, ma Corinne mi dice:“Tra qualche settimana compie 50 anni e per il suo compleanno voglio regalargli una messa, che si preghi per lui e desidero che possa anche confessarsi. Voglio che il padre lo benedica, sono certa che sará guarito”.Ho pensato ai tanti episodi del vangelo in cui Gesú loda la fede di tanti come il centurione, la donna siro-fenicia...che chiedono a Gesú la salvezza per qualcuno che amano.Amen. Cosi sia.

martedì 9 agosto 2016



Raida é rimasta vedova  6 anni fa, quando  il piú piccolo dei 4 figli ancora non camminava e la primogenita aveva 6 anni. In molti momenti in questi anni ha pensato di non farcela. Le difficoltá sono state tante. La Provvidenza le ha regalato un carrito sanguchero, con il quale puó preparare patatine fritte, e altri piatti che potrá vendere in strada, come fanno moltissimi altri. 'É un grande dono per loro. La gioia é di tutta la famiglia.

lunedì 8 agosto 2016

Luzmila é una giovane mamma con 5 figli. Con suo marito hanno un grande desiderio di migliorare, di andare avanti, di raggiungere una stabilitá economica, la loro casetta.... Per poter raggiungere queste mete si sono azzardati a indebitarsi fino al collo.

Due anni fa lo sposo é stato operato per un tumore al colon. Non hanno mai ritirato il risultato della biopsia. Ho paura, dice lei, non potremmo affrontare le spese della chemio. A volte gli fa male l’addome ed io gli dico: non preoccuparti, stai bene! Non possiamo permetterci di andare in depressione, dobbiamo andare avanti!

La loro forza é l’amore!







giovedì 4 agosto 2016

Anche questa domenica é andato a confessarsi e il padre gli ha detto: Caserito! Un’espressione che si usa con le persone che vanno a comprare spesso nello stesso negozio, come dire “di casa”.


“É che sono un peccatore” ha detto sorridendo. Che bello che non smetta di rialzarsi ogni volta che cade e che condivida la gioia che regala il confidare solo nella misericordia di Dio.