lunedì 18 gennaio 2016

Che forza dal camminare insieme verso la stessa meta!


Avevamo pensato di aiutarli comprando una moto taxi di seconda mano, con cui  lui avrebbe potuto lavorare como taxista. Incominciamo a sognare con loro: quanto avrebbero risparmiato sarebbe servito per sistemare la casa in cui vivono, con la speranza, un giorno, di poter costruire con mattoni. Sono passati vari mesi, un tira e molla, per mettersi d’accordo tra loro su che cosa preferissero, sul costo della moto, i documenti da presentare per il passaggio di proprietá, fino a quando ci siamo resi conto che c'era qualcosa che non andava. Cosí ci siamo ritirati. Lui e lei vivono sotto lo stesso tetto, dicono per il bene dei figli, peró le loro vite sono due mondi e purtroppo in contrasto. Un altra coppia in cambio, nella stessa situazione di precarietá, vive sotto lo stesso tetto e sono una cosa sola. Per poter avere la casa, una stabilitá economica...si sono indebitati fino al collo, una cifra esorbitante che  obbliga lei a guidare la moto con la bimba di pochi mesi al suo fianco. Peró vivono con speranza. Che forza dal camminare insieme verso la stessa meta!



Nessun commento:

Posta un commento