domenica 19 ottobre 2014

Oggi, giornata mondiale della missione, é stato un giorno molto bello nel quale ho potuto contemplare dei veri missionari.

                   In mattinata siamo andati a visitare una famiglia speciale, si tratta di persone, soprattutto giovani, ammalati di TBC o in fase di recupero. Da 5 giorni hanno raccolto e accolto una donna: Sandra. L'ospedale l'aveva messa in strada, vi é rimasta per 6 giorni su un materasso, con un cagnolino. Il suo volto, tra cappellino e mascherina, non si vedeva bene,  é magrissima, tanto da perdersi sulla sedie a rotelle vecchia e arrugginita. Accogliere Sandra é stata un’eccezione perché é donna, mentre la casa accoglie solo uomini e perché non hanno spazio. Di fatti hanno liberato il piccolo ambulatorio, dove condividono medicine anche con chi viene da fuori in cerca di aiuto, per darle uno spazio riservato. Genny che porta avanti la casa ha dedicato la sua vita a queste persone vedendo in loro lo stesso Gesú ed ha aiutato affinché ogni membro della famiglia pensi lo stesso l’uno dell’altro. Si respira un clima fraterno, semplice e simpatico, che contagia. Uno di loro é un caso psichiatrico, di tanto in tanto nel cerchio in cui eravamo seduti, si metteva in piedi e incominciava a farfugliare con la bava alla bocca. Tutti gli altri lo ascoltavano con molto rispetto e puntualmente partiva un applauso per fargli festa come se avesse detto la cosa piú interessante al mondo.



             Nel pomeriggio con un giovane che da gennaio sta cercando di cambiare vita dopo  aver vissuto nella pandilla, furto, droga... siamo andati a visitare a un ragazzo di 16 anni che un mese fa é stato ferito alla gamba con un coltello da alcuni ragazzi che volevano ucciderlo. Suo fratello di 19 anni cercando di salvargli la vita é rimasto ucciso, accoltellato. Il giovane, raccontandogli qualcosa che ha vissuto nella sua carne, ha parlato al ragazzo di Gesú che ha dato la vita per lui, che lo ama, si preoccuppa per lui e che non vuole che ci sia vendetta, continuando l’onda di violenza. Mentre mi condivideva eravamo in chiesa ai piedi del crocifisso.
Che bello nel giorno mondiale della missione essere evangelizzata dai poveri.

 

Nessun commento:

Posta un commento